BROCCATO: pesante tessuto di seta, con motivi floreali o astratti in rilievo, spesso impreziosito con fili d'oro, d'argento, di bronzo o di lurex colorato

CADY: tessuto crespo con sottile lavorazione in seta o lana

CHANTILLY: pizzo in seta lavorato a tombolo; prende il nome dalla cittadina francese dove viene realizzato

CHIFFON: tessuto molto leggero e trasparente, realizzato con filati di seta ritorti

CRÊPE: può essere di seta, lana o cotone: realizzato con filati molto ritorti, assume un aspetto ondulato e granuloso.

DÉVORÉ: particolare tecnica utilizzata per "svuotare" e rasare il tessuto con lo scopo di ottenere un alternarsi di trasparenze più o meno evidenti

DUCHESSE: tessuto lucente in cotone, in seta o in raso liscio e pesante

GAZAR: tessuto in seta trasparente e rigido.

GEORGETTE: tessuto di seta, morbido e leggero

MACRAMÉ: pizzo lavorato a mano attraverso intrecci e nodi

MAROCAIN: pesante crêpe dalla trama particolarmente grossa caratterizzata da costine trasversali

MATELASSÉ: tessuto con lieve imbottitura trapuntata

MIKADO: raso originario del Giappone, dalla mano corposa e consistente

ORGANZA: tessuto di seta leggero, sostenuto e leggermente madreperlato

PLUMETIS: tessuto in cotone, voile o mussola con piccole capocchie di spillo ricamate a rilievo

POINT D'ESPRIT: tulle ricamato a capocchia di spillo

RASO O SATIN: tessuto lucido in seta o in cotone, dalla mano morbida, ma corposa

SANGALLO: pizzo traforato in lino o cotone, in origine realizzato in Svizzera nella cittadina di Sangallo

SHANTUNG: tessuto luminoso di origine cinese, realizzato in seta dalla superficie irregolare

TAFFETÀ: tessuto in seta liscio e sostenuto

TULLE: velo con piccolissimi fori esagonali a rete principalmente in seta, molto leggero

VALENCIENNES: pizzo molto leggero, lavorato a tombolo, prende il nome dalla città francese dalla quale proviene

VOILE: tessuto in seta, lana e cotone, molto leggero e impalpabile