La pandemia dovuta al coronavirus ha stravolto il mondo del wedding, molti sposi hanno deciso di annullare per il momento le nozze posticipandole a volte anche di un anno per evitare di fare una festa a metà, anzi di non fare proprio nulla.
Il covid-19 oltre a portare via tanti cari alle famiglie ha creato il problema del cosidetto "distanziamento sociale" che poteva essere chiamato molto più semplicemente "distanza di sicurezza" che serve per evitare il diffondersi del contagio.
Gli sposi che hanno deciso di andare avanti e sposarsi ugualmente hanno dovuto accettare delle regole stringenti come evitare i buffet e i ristoratori e addetti ai catering si sono prontamente adeguati.
La confettata è la degustazione di confetti a self service in libera presa da parte degli invitati che assaggiando i vari gusti potevano poi portarsi a casa una piccola scorta per mantenere vivo il ricordo di quelle delizie che sono i confetti. E ora? Le coppie in accordo con i gestori delle location e i catering hanno ovviato al problema mettendo sul tavolo i confetti in contenitori con aperture più strette e un addetto al banco che si occupi della distribuzione dei confetti, quindi non più confettata self-service ma una degustazione servita in piccoli conetti per consentire a tutti di assaggiare i confetti e per i più golosi chiedere anche il bis.